Ultime da Codogno. L’uomo in gravi condizioni. Chiuso il pronto soccorso. Moglie (incinta) e il terzo contagiato ricoverati a Milano

La donna sarebbe all’ottavo mese di gravidanza e fa l’insegnante in un liceo, attualmente in congedo di maternità

La moglie dell’uomo di 38 anni risultato positivo al Coronavirus, in gravi condizioni all’ospedale di Codogno, si trova ricoverata all’ospedale Sacco di Milano. In isolamento con lei, anche un amico dell’uomo, forse il “paziente zero” che era a cena con la coppia. Preoccupano le condizioni della donna, che di mestiere fa l’insegnante di liceo e attualmente sarebbe all’ottavo mese di gravidanza. La donna si trova in congedo maternità, quindi ultimamente non è entrata in contatto con gli studenti.


Secondo indiscrezioni, il paziente zero sarebbe un manager italiano che, a gennaio, si trovava in Cina per lavoro. Il “paziente zero” lavorerebbe per un’azienda di Fiorenzuola d’Arda, al di là del Po. Per questo anche in quella zona sono scattate verifiche. L’uomo sarebbe tornato dalla Cina tra il 20 e il 21 gennaio, non ha mai presentato sintomi influenzali, tranne il 10 febbraio. Nell’ospedale di Codogno, verso le ore 11:00, è arrivata una squadra per la sanificazione degli ambienti. Affissi ovunque i cartelli con scritto “Pronto soccorso chiuso”.

Leggi anche: