Palermo, una svastica e un biglietto minatorio al museo del giocattolo di Bagheria

Nel museo è custodita una pistola giocattolo proveniente dal campo di concentramento di Mathausen

La cassetta della posta del museo del giocattolo di Bagheria, in provincia di Palermo, è stata imbrattata con svastica e all’interno è stato ritrovato un biglietto con scritto in tedesco “giudeo di m…”. Il museo, diretto da Pietro Piraino Papoff, maestro dell’arte della cera, è ospitato nella Certosa di Bagheria. La polizia Scientifica che sta cercando di risalire, attraverso eventuali tracce rilasciate sul foglietto, ai responsabili del gesto.

Nel museo è custodita una pistola giocattolo, un cimelio proveniente dal campo di concentramento di Mathausen che un deportato ebreo aveva rudimentalmente realizzato con legno e filo spinato per distrarre il figlio. «Esprimo profonda solidarietà al professor Piraino – dice il sindaco di Bagheria Filippo Tripoli, a nome suo e di tutta la Giunta – Condanno il gesto, di qualunque natura esso sia, il gesto stupido di qualche perditempo e ancor di più se invece dovesse venir fuori una qualche matrice antisemita».

Leggi anche: