«Sti c*z dei cinesi.. morissero perlomeno solo loro». Il post sul Coronavirus del sindaco bergamasco e le scuse pubbliche firmate

Un post Facebook che aveva indignato la comunità cinese. Il sindaco chiede scusa firmando un documento

In un post Facebook pubblicato dal proprio profilo personale, il sindaco Maurizio Esti di Solto Collina (Bergamo) aveva rilasciato alcune forti e offensive dichiarazioni nei confronti dei cinesi in merito al Coronavirus arrivando ad augurare sul finale che «morissero perlomeno solo loro»:


Sti czzz di CINESI, mangiano CANI, PIPISTRELLI, INSETTI E SERPENTI e poi si stupiscono se esplodono epidemie. MORISSERO PERLOMENO SOLO LORO!!!!!

Facebook | Una delle foto che circolano online con il post del sindaco bergamasco

Maurizio Esti aveva rimosso troppo tardi il suo post. Fotografato e circolato sui social, era giunto all’attenzione di un avvocato cinese che aveva deciso di fargli causa per diffamazione.

Il post dell’avvocato cinese che annuncia la querela nei confronti del sindaco

In seguito alle polemiche, si era poi tenuto un incontro tra i rappresentanti della comunità cinese di Milano e il sindaco bergamasco presso il suo Comune. Maurizio Esti si è scusato con loro e con la comunità, sostenendo di aver pubblicato quel post spinto dalla paura e dalla tensione per le notizie circolate sui media. Di seguito la lettera ufficiale di scuse, pubblicata dal sito Weixin.qq.com, firmata dallo stesso sindaco:

Il sindaco Dr. Maurizio Esti, in rappresentanza dell’amministrazione di Solto Collina, dichiara che, spinto dalla paura e dalla tensione per le notizie e i video circolanti sui massmedia ha fatto un’affermazione di cui se ne vergogna e se ne pente; porge le più sincere scuse alla comunità cinese e più in generale alla Repubblica Popolare di Cina.

Si scusa anche con tutte quelle persone che hanno avuto un lutto in famiglia per l’epidemia manifestatasi.

L’amministrazione di Solto Collina offre la propria disponibilità ad una fattiva collaborazione con le comunità cinesi, ed i suoi rappresentanti residenti in Italia, al fine di rafforzare la stretta amicizia dei due grandi paesi Italia e Cina.

Tra i presenti c’era anche lo youtuber Jerry Hu il quale aveva spiegato che il post Facebook del sindaco aveva creato molta indignazione nelle comunità cinesi . Il giovane spera che le scuse vengano diffuse il più possibile affinché la situazione si calmi. All’incontro non era presente l’avvocato cinese che aveva deciso di denunciarlo.

[Foto di copertina da Weixin.qq.com]

Leggi anche: