Coronavirus, il palazzo del Festival di Cannes verrà utilizzato come riparo per i senzatetto

Nel frattempo, l’evento è stato ufficialmente rinviato a data da destinarsi

Il Palais des Festivals di Cannes, in Francia, è stato trasformato in un centro di accoglienza per i senzatetto particolarmente vulnerabili alla pandemia di Coronavirus. Il palazzo è stato messo a disposizione del centro di azione social municipale per diventare un centro di accoglienza, notte e giorno. Al piano terra hanno trovato posto letti, servizi igienici e uno spazio mensa «rispettando tutte le distanze e le esigenze sanitarie per i rifugi per senzatetto». All’entrata tutte le persone saranno sottoposte ai controlli previsti per il coronavirus.


Il centro congressi è stato aperto nel 1982, ed è la sede del Festival del cinema di Cannes, del Festival internazionale della creatività Lions di Cannes e del NRJ Music Award. E proprio il Festival di Cannes, inizialmente previsto dal 12 al 23 maggio è stato rinviato in questi giorni. L’annuncio sul sito ufficiale della rassegna cinematografica. «Diverse opzioni sono prese in considerazione – si legge – al fine di preservare la sua esecuzione, la principale è un semplice rinvio, a Cannes, tra fine giugno e inizio luglio 2020».

Il parere degli esperti

Leggi anche: