Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Visita a Milano, «l’auto del Presidente Conte» è senza assicurazione? No! Ecco perché non trovate i dati

Il 29 aprile 2020 è iniziata a circolare l’immagine dell’auto usata per trasportare il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Milano, una Lancia Thema targata EX614AK che secondo alcuni non sarebbe assicurata.

Il primo maggio 2020 il sito Dagospia rilancia la vicenda con un articolo intitolato «Conte, in visita a Milano, ha usato un’auto con assicurazione e bollo scaduti? La ricostruzione – il veicolo in questione è una Lancia Thema immatricolata nella regione Lazio, stesso modello ma vettura diversa da una di quelle spesso utilizzate da Conte negli appuntamenti ufficiali – video». La fonte è un articolo intitolato «Davvero Giuseppe Conte, in visita a Milano, ha usato un’auto con assicurazione scaduta?» dei colleghi di Facta.news, una ricostruzione non conclusiva siccome alla fine chiariscono che sono in attesa di informazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate e della Prefettura di Milano per dare una risposta certa.

Uno dei post Facebook dove un utente commenta: «Lungi da me difendere Giuseppi , ma le auto ministeriali seguono un iter diverso dal nostro , hanno contratti ministeriali , non si appoggiano al circuito civile»

Ciò che sappiamo è che il Presidente del Consiglio viene seguito dalla scorta messa a disposizione della Polizia di Stato, in particolare dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza dove era in servizio il sostituto commissario Giorgio Guastamacchia, deceduto a inizio aprile. L’auto potrebbe, di conseguenza, non essere di proprietà «civile» ma della stessa Polizia di Stato, come tante altre in gestione proprio da parte del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Contattata la Polizia di Stato, ottengo risposta in merito al mezzo. L’auto Lancia Thema targata EX614AK è immatricolata dalla stessa Polizia e assicurata con Generali. Essendo una «targa di copertura» risulta comprensibile perché non risulti negli archivi consultabili online e dal sistema informatico dell’ANIA.

Conclusioni

Affermare che quella sia l’auto di Giuseppe Conte risulta falso, visto che si tratta di un’auto intestata a chi gestisce la sua scorta. Essendo un auto della Polizia di Stato, questa segue un iter diverso per la gestione delle targhe di riconoscimento, delle assicurazioni, del bollo e delle revisioni. Per questo motivo vi capiterà di trovare anche altri mezzi in uso dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza con le stesse caratteristiche.

Leggi anche: