Giorgia Meloni, condannato a due anni lo stalker della leader di Fratelli d’Italia

Nei confronti dell’uomo è stata riconosciuta una parziale infermità mentale: passerà un terzo anno in una struttura

È stato condannato a due anni di reclusione Raffaele Nugnes, accusato di stalking nei confronti della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. I giudici del tribunale di Roma hanno riconosciuto nei confronti dell’uomo una parziale infermità mentale: Nugnes trascorrerà un terzo anno in una struttura sanitaria per gli autori di reato affetti da disturbi mentali e socialmente pericolosi.


L’uomo, originario di Caserta, aveva scritto a Meloni messaggi minacciosi e diffamatori su Facebook. Era arrivato a dire che fosse il padre della figlia della deputata, ed era andato a Roma per scoprire dove abitasse la parlamentare. «Sentenza giusta che rispecchia quanto risultato dalla perizia psichiatrica, che ho ritenuto di chiedere», ha commentato il legale di Meloni. La leader dei FdI aveva raccontato, durante l’udienza, di aver appreso dei messaggi dalla Digos e che da allora la sua vita è cambiata. «La notte non dormo per questa vicenda», ha detto Meloni.

Leggi anche: