Maturità 2020: gli auguri dei Pinguini Tattici Nucleari e degli Eugenio in Via Di Gioia – Il video

Le due band, una arrivata al terzo posto del festival di Sanremo 2020 e l’altra rivelazione della categoria giovani, inviano il proprio in bocca al lupo a poche ore dall’inizio dell’esame

Non entrano in classe da oltre tre mesi. Per loro, non c’è stato il compito di matematica per “aggiustare” i voti in extremis, ma nemmeno la “festa dei 100 giorni” e i riti di passaggio che scandiscono gli ultimi mesi da liceali. Per 515 mila studenti italiani non ci sarà mai un vero ultimo giorno di scuola superiore.


Tutto è cambiato dopo il Coronavirus e anche la maturità che sancisce la fine di un ciclo sarà vissuta in maniera diversa: niente notte prima degli esami passata ad abbracciarsi e a far festa. Un ciclo che, interrotto bruscamente con l’insorgere dell’epidemia, forse non si chiuderà mai.

Resta il rammarico per l’esperienza tronca, consapevoli che nessuno restituirà ai maturandi 2020 i ricordi non vissuti. «È normale che stiate pensando che questo sia un momento di sconforto, triste. La vostra maturità è diversa da quelle dei ragazzi che vi hanno preceduto».

Riccardo Zanotti, frontman dei Pinguini Tattici Nucleari, manda un messaggio di speranza ai ragazzi di quinta superiore raccontando il suo esame di Stato: «Sappiate, però, che anche se a volte le cose sembrano andare male, poi la vita può premiare».

«Il futuro è nelle vostre mani – conclude Riccardo – e se volete, potrete cambiarlo». I Pinguini Tattici Nucleari sono arrivati al terzo posto di Sanremo 2020. E insieme a loro, c’è un altro gruppo che ha avuto un grande successo dopo la partecipazione al festival: gli Eugenio in Via Di Gioia.

«Vi auguriamo una buona maturità – urlano per una strada di Torino, con la loro cifra da busker, intrattenitori oltre che musicisti -. Dieci anni fa l’abbiamo fatta noi, ma voi la farete a casa, noi l’abbiamo fatta a caso. L’abbiamo superata, quindi ce la possano fare tutti. In bocca al lupo!».

Leggi anche: