Torino, blitz contro una rete di pedofili: arresti in 15 regioni

Si scambiavano in rete immagini di abusi su minori, ritraenti in alcuni casi vere e proprie pratiche di sadismo, anche su neonati

Si scambiavano su una nota piattaforma di messaggistica immagini di abusi su minori, in alcuni casi ritraenti vere e proprie pratiche di sadismo, anche su neonati. La procura di Torino sta coordinando un vasto blitz contro una rete di pedofili attivi in tutta Italia.

Sono state eseguite almeno 50 perquisizioni e arresti in 15 regioni per detenzione, diffusione e, in alcuni casi, di produzione di materiale pedopornografico. L’attività di indagine ha permesso di risalire dai nickname alle identità dei pedofili che si scambiavano materiale pedopornografico nella chat, anche grazie a veri e propri pedinamenti virtuali.

Leggi anche: