Xbox è pronta a svelare gli ultimi dettagli su Series X, la nuova console che sfiderà la PlayStation 5 – L’intervista

La data di uscita è fissata per le vacanze di Natale del 2020. Mancano però alcuni dettagli fondamentali, a partire dal prezzo

Non è ancora chiaro cosa verrà svelato e cosa rimarrà segreto. Nelle ultime ore Microsoft ha annunciato che il 23 luglio ci sarà un nuovo evento dedicato alla Xbox Series X, l’ultima incarnazione della console lanciata nel 2001. Ufficialmente sarà una conferenza legata ai videogiochi che usciranno insieme al nuovo device ma è possibile che gli organizzatori si sbottonino un po’ di più anticipando altri dettagli, come data o prezzo di lancio.

Xbox Series X dovrebbe uscire entro la fine del 2020. Come è già chiaro non sarà sola sugli scaffali. Accanto a lei ci sarà la PlayStation 5 di Sony che verrà lanciata sul mercato proprio nello stesso periodo. Era dal 2013 che non si vedeva una sfida del genere, da quando cioè le due aziende avevano lanciato sul mercato Xbox One e Ps 4. Per avere qualche anticipazione su questa nuova sfida abbiamo intervistato Cédric Mimouni, responsabile di Xbox per l’Area Mediterranea.

XBOBX | La versione definitiva di Xbobx Series X

Una parola per descrive Xbobx Series X

«Ah, cominciamo bene. Direi… Potenza».

Quali sono stati gli obiettivi nella progettazione?

«Una console non vive da sola, fa parte di una visione di gaming. Sostanzialmente la visione del mondo gaming che abbiamo è dare la possibilità ai nostri utenti di giocare come vogliono e dove vogliono».

Come puntate a realizzare questa strategia?

«Nel mondo ci sono 2,5 miliardi di persone che giocano ai videogames. Quelli che giocano su console sono 300 milioni. Il nostro obiettivo è che l’esperienza flagship, l’esperienza migliore che si possa fare di un videogioco, rimanga su console. Ed per questo che per la Series X puntiamo ad avere un dispositivo che permetta agli sviluppatori di videogame di creare tutto quello che vogliono».

A proposito di tecnologia, una delle specifiche di questa console sarà il Ray Tracing. Di cosa si tratta?

«Il Ray Tracing permette di equilibrare gli effetti di luce per garantire una visione più nitida. Consente agli sviluppatori di giocare meglio con le ombre e con i riflessi».

Un esempio concreto. Cosa cambia per i giocatori?

«Prendiamo l’esempio di una torcia. Oggi è un punto giallo sul muro. Con il Ray Tracing puoi creare tre aloni diversi. Quello della luce, quello dell’alone intorno e poi tutta la penombra. Riesce a dare un effetto di naturellezza completamente diverso».

XBOBX | Il pad della nuova Xbox

Passiamo al design. La Series X avrà una struttura completamente diversa dalle altre Xbox. Scelta estetica o ci sono delle ragioni tecniche?

«Sicuramente c’è la volontà di avere un design innovativo ma c’è anche una ragione di raffredamento. Con questa struttura viene ottimizzata la circolazione dell’aria. Senza contare che così si riesce anche ad avere una macchina più silenziosa».

Due domande sul mercato dei videogiochi. La prima: come farà Series X a sopravvivere in un mondo dove i giocatori che usano il pc sono sempre di più?

«Nel mondo dei videogiochi ci sono due parti: quella dei device e quella dei contenuti. Noi abbiamo sempre cercato di creare dei ponti per unire questi mondi. Se tu sei un utente pc, perchè non potresti giocare con un utente console? Gears of War 5, un titolo nostro, risponde esattamente a questa visione. Puoi giocare dove vuoi, come vuoi e con il dispositivo che vuoi».

La seconda: quanto avete pensato al gaming online mentre progettavate questa console?

«Il modo di giocare di oggi è molto diverso rispetto a quello di 20 anni fa. È chiaro che la tua necessità di hardware, banda e stabilità è completamente diversa. Noi abbiamo cercato di equipaggiare Series X di tutti gli strumenti per stare in questo mercato».

C’è già una data e un prezzo per l’Italia?

«No, c’è solo un periodo: la stagione delle feste invernali del 2020».

Quali sono i titoli che saranno in esclusiva?

«Negli ultimi due anni abbiamo annunciato l’acquisizione di diversi studi che lavoreranno a tempo pieno sui nostri contenuti. Abbiamo già detto che la Series X uscirà con Halo, l’eroe Microsoft. È una serie che ha quasi 20 anni e ha raggiunto picchi di vendita altissimi. L’obiettivo è far tornare l’eroe nazionale con una nuova console».

Pronti per la battaglia con la PlayStation 5?

«Sì, diciamo che la concorrenza fa bene alla tecnologia. Ti obbliga ad essere più innovativo e a cercare di evolverti. È anche vero che il mondo del gaming è cambiato molto. È entusiasmante per questa industria quando ci sono due console che escono nello stesso momento».

Leggi anche: