Coronavirus, Palazzo Chigi smentisce la presidente Casellati: «Martedì voteremo sul dpcm, non sulla proroga dello stato di emergenza»

Lei, invece, aveva sostenuto il contrario, aggiungendo: «In Parlamento e al Senato siamo ormai gli invisibili della Costituzione»

La presidente del Senato, Elisabetta Casellati, aveva annunciato poche ore fa che martedì ci sarebbe stato il voto sullo stato d’emergenza. Ma fonti di Palazzo Chigi l’hanno appena smentita sostenendo che martedì, invece, si voterà sul dpcm e non di certo sulla proroga dello stato d’emergenza per il Coronavirus. Entro il 31 luglio questa decisione verrà assunta dal Consiglio dei ministri con delibera e Conte riferirà alle Camere. «Mi auguro – aveva precisato la presidente Casellati in un’intervista al Tg5 – che il voto sia l’inizio di una democrazia compiuta, perché in Parlamento e al Senato siamo ormai gli invisibili della Costituzione».

Nelle ultime ore il premier Giuseppe Conte aveva anticipato la volontà di prolungare lo stato d’emergenza fino al 31 dicembre e quindi per tutto il 2020. Immediate erano state le polemiche perché la decisione di prorogare i poteri speciali, attivati al principio della pandemia, sarebbe stata presa senza consultare le Camere.

A difesa della decisione di Conte arriva pronta la reazione del segretario del Pd Nicola Zingaretti che su Twitter ha commentato: «Il Pd è pronto a sostenere qualsiasi scelta del Governo utile a contenere la pandemia. Chi nel mondo non lo ha fatto sta pagando un prezzo drammatico». Su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio si è espresso incoraggiando il Paese: «L’Italia sta crescendo in Europa, stiamo tornando protagonisti su molti dossier e dobbiamo continuare a lavorare. Questo è l’atteggiamento giusto, di una nazione forte, che non si abbatte».

Foto in copertina: ANSA/UFFICIO STAMPA SENATO

Leggi anche: