Una coreografia proprio davanti a Santa Sofia, ecco come Erdogan celebra il proprio potere (e allontana i fantasmi del golpe)

Nell’anniversario del colpo di stato fallito il presidente ha fatto organizzare una rappresentazione con 100 figuranti in un luogo particolarmente simbolico

Nel quarto anniversario del fallito colpo di Stato del 15 luglio 2016 in Turchia contro il regime di Erdogan, il governo turco ha organizzato uno spettacolo con cento figuranti di fronte a Santa Sofia appena riconvertita in moschea. Il giorno del colpo di Stato oltre 300 persone furono uccise e più di 2000 ferite ed Erdogan colse la palla al balzo per dare un nuovo giro di vite contro gli oppositori e i dissidenti. Da allora, secondo alcune stime, 40mila persone sono state arrestate. Insegnanti, artisti, politici, militari spesso condannati con processi sommari e per reati di opinione.

Video in copertina: Carlotta Megali

Leggi anche: