Spagna, rintracciato il re emerito Juan Carlos: si trova da due settimane negli Emirati Arabi Uniti

Lo ha comunicato la Casa Reale spagnola. I legami tra il padre di Felipe VI e Abu Dhabi

Nel bel mezzo di un’indagine per un caso di presunta corruzione, l’ex reggente della monarchia spagnola, il re Juan Carlos I, aveva annunciato che avrebbe lasciato la sua residenza in Spagna. Dal 3 agosto, una serie di speculazioni, ipotesi e maldicenze si sono susseguite sulla sorte del padre di Felipe VI. Proprio per non dare adito a ulteriori imbarazzi per la Casa Reale e scossoni al governo di Pedro Sanchez, un portavoce del Palazzo della Zarzuela ha rilasciato una brevissima dichiarazione: «Sua Maestà il Re Juan Carlos ha indicato alla Casa di Sua Maestà il Re di comunicare che il 3 agosto si è trasferito negli Emirati Arabi Uniti, dove rimane tutt’oggi».

Svelato dunque il mistero, anche se non è stata fornita una data di rientro in patria. Mentre gli investigatori scandagliano il patrimonio finanziario di Juan Carlos, l’ex re di Spagna continua a negare di aver commesso qualsivoglia reato e si dice disponibile a essere sentito dai pubblici ministeri. L’82enne è sospettato di corruzione, indagato in Svizzera dalla magistratura ordinaria e a Madrid dalla Corte suprema. Dopo aver annunciato al figlio la sua decisione di lasciare la residenza spagnola, sarebbe partito alla volta di Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, a bordo di un jet privato decollato dall’aeroporto di Vigo.

Il costo del viaggio e le amicizie del re nel Golfo

Il noleggio del velivolo privato, modello Global 6500 con immatricolazione 9H-VBIG della compagnia Tag Aviation, è costato – scrive il quotidiano spagnolo Abc -, 140mila euro. Con ogni probabilità, l’atterraggio sarebbe stato effettuato nell’aeroporto Azi di Abu Dhabi, riservato a chi compie viaggi d’affari nel Paese della Penisola arabica. Juan Carlos vanta amicizie importanti negli Emirati Arabi Uniti. Alcuni giornali spagnoli scrivono che, in questo soggiorno mediorientale, potrebbe essere ospite del suo amico e principe ereditario Mohamed bin Zayeb Al Hahyan.

Il reale spagnolo, lo scorso novembre, era stato proprio ad Abu Dhabi per assistere al gran premio di Formula 1. Lo sceicco di Dubai Mohammed bin Rashid, nel 2011, aveva fatto parlare della sua vicinanza alla Casa Reale spagnola per aver regalato a Juan Carlos due auto di lusso del marchio Ferrari. Tre anni dopo quell’incontro, nel 2014, Juan Carlos avrebbe abdicato dopo quasi 40 anni di regno in favore di suo figlio Felipe. Fu l’indagine per corruzione che aveva coinvolto suo genero a spingerlo ad abbandonare il trono.

Leggi anche: