Coronavirus, Zangrillo ottimista: le condizioni di Berlusconi sono «in via di miglioramento»

Il presidente di Forza Italia ha passato una notte tranquilla, a quanto si apprende: la quarta dalla diagnosi di polmonite bilaterale collegata a Covid-19

Dall’Ospedale San Raffaele di Milano arrivano timide notizie positive sulle condizioni di Silvio Berlusconi, risultato positivo al Coronavirus e ricoverato: «È in quarta giornata dalla diagnosi di polmonite bilaterale SARS-COV-2 relata», spiega oggi il suo medico, Alberto Zangrillo, primario del San Raffaele, nel bollettino diramato dall’ospedale. Il quadro clinico complessivo «appare in miglioramento ed è coerente con l’evidenza ematochimica e la ripresa di una robusta risposta immunitaria specifica, associata a riduzione degli indici di flogosi», si legge ancora.


Il leader di Forza Italia – che compirà 84 anni il prossimo 29 settembre – ha trascorso una notte tranquilla. Nella giornata di oggi è anche arrivata la notizia della positività della primogenita di Berlusconi, Marina, presidente di Mondadori. Marina con il padre, che era accompagnato da Marta Fascina, la figlia e i suoi familiari avevano trascorso i giorni conclusivi di agosto nella tenuta della primogenita a Valbonne in Provenza, dove l’ex presidente del consiglio aveva vissuto per l’intero lockdown e parte dell’estate per poi trasferirsi, ad agosto, prima in Sardegna, a villa Certosa, e successivamente ad Arcore.

Le ipotesi sul contagio di Marina Berlusconi

Come sempre nel caso degli spostamenti del padre, Marina Berlusconi, la famiglia e tutto il personale presente a Valbonne avevano eseguito il giorno precedente il tampone, che per tutti aveva dato esito negativo. Non risulta che il gruppo abbia lasciato durante il soggiorno la tenuta, rientrando poi a Milano domenica 30 agosto con un volo privato. Secondo quanto è trapelato, in quei giorni sia Berlusconi che Fascina avrebbero accusato leggeri sintomi influenzali, peraltro senza febbre, che non avevano però suscitato particolari preoccupazioni.

Del resto per i primi giorni di settembre Berlusconi aveva già programmato un tampone di controllo. Tampone che, mercoledì 2 settembre, ha dato esito positivo, così come quello di Fascina. Negativi invece i primi controlli cui, appresa la notizia, si era sottoposta la figlia Marina. Un nuovo tampone nel fine settimana ha dato invece risultato positivo. Nei giorni scorsi la notizia della positività non solo di suo padre Silvio ma anche dei fratelli Luigi e Barbara. 

In copertina ANSA / Mourad Balti Touati | Uno striscione di supporto a Silvio Berlusconi di fronte all’ospedale San Raffaele a Milano, 5 settembre 2020.

Leggi anche: