Fondi Lega, Fontana attacca i giornalisti: «Avete gli atti? State violando lo Stato di diritto» – Il video

Il governatore lombardo sui tre commercialisti vicini al Carroccio: «Sospendere i loro rapporti con la Regione? Attendiamo le risultanze che emergeranno e poi potremo prendere delle decisioni»

La procura di Milano indaga sul caso Lombardia Film Commission, i giornalisti incalzano il governatore Attilio Fontana sull’arresto dei tre commercialisti vicini alla Lega e la risposta del presidente della Regione è durissima: «Avete gli atti? La cosa mi inquieta, perché credo nello Stato di diritto e voi state violando uno dei principi fondamentali».

Fontana, prima di disporre un’eventuale sospensione delle attività di consulenza che gli stessi tre commercialisti finiti ai domiciliari – Arturo Maria Scillieri, Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni – intrattengono con la Regione, vuole leggere tutte le carte: «Attendiamo le risultanze che emergeranno e poi potremo prendere delle decisioni». La polemica con la stampa, invece, è già partita: «Quando avrò visto su che cosa sono basati gli arresti», ha scandito infatti il governatore, «potrò fare delle valutazioni. Non sulle chiacchiere che fate voi».

Leggi anche: