Libano, dopo meno di un mese si dimette il premier Adib. Non è riuscito a formare un nuovo governo

Il 15 settembre avrebbe dovuto presentare – come chiesto da Macron – la lista dei nuovi ministri. Frizioni con Hezbollah e Amal sul dicastero delle Finanze

Il primo ministro designato del Libano, Mustapha Adib, ha rinunciato all’incarico di formare un nuovo governo. In un discorso televisivo Adib ha detto di non essere riuscito a trovare l’accordo per una maggioranza e che, dopo un colloquio con il presidente Michel Aoun, ha deciso di annunciare le sue dimissioni.


Adib era stato scelto – su spinta francese – il 31 agosto per mettere insieme una nuova maggioranza dopo che l’esecutivo guidato da Hassan Diab si era dimesso a seguito dell’esplosione al porto di Beirut dello scorso 4 agosto. La spaccatura e le difficoltà nel mettere d’accordo le varie forze politiche sembrano essere sorte soprattutto in merito alla scelta del ministro delle Finanze. Su questa carica è pesata, tra le varie cose, l’insistenza dei due gruppi sciiti, Amal e Hezbollah, che chiedevano di ottenere il dicastero.

Dopo la sua visita in Libano, il presidente Emmanuel Macron aveva chiesto ai vari partiti di unirsi e trovare un compromesso per superare la peggiore crisi economica dal 1975. Il 15 settembre avrebbe dovuto presentare la lista dei ministri. Ma Adib non è riuscito a superare le storiche divisioni derivanti da un sistema settario, confessionale e corrotto.

Foto copertina: EPA/WAEL HAMZEH

Leggi anche: