Scontri tra Armenia e Azerbaigian, la guerra incrociata anche sui video degli attacchi: morti almeno 700 soldati – I video

Agli scontri armati tra Azerbaigian e Armenia si accompagna una guerra di numeri e di opposte propagande. Le ostilità nei filmati pubblicati dai rispettivi ministeri della Difesa

Al conflitto armato tra Azerbaigian e Armenia nel Nagorno Karabakh, iniziato nella notte tra il 26 e il 27 settembre, si accompagna anche una guerra di numeri e di opposte propagande. Il ministero della Difesa azero ha dichiarato che più di 550 militari armeni sono stati uccisi finora. L’esercito di Baku avrebbe inoltre distrutto «22 carri armati e altri veicoli corazzati pesanti, 15 sistemi missilistici di difesa aerea Osa, 18 droni, otto sistemi di artiglieria e tre depositi di armi».


Il ministero della Difesa armeno ha replicato affermando che «circa 200 militari azeri sono stati uccisi». Mentre secondo l’autoproclamato ministero della Difesa della Repubblica del Nagorno Karabakh «quattro elicotteri, 27 droni, tra cui UAV d’attacco, 33 carri armati e mezzi corazzati per il personale, così come due veicoli corazzati dei genieri» sarebbero stati annientati. Le cifre fornite dai due fronti non sono verificabili in maniera indipendente. Alla guerra parallela sui danni inflitti e subiti si è aggiunto poi un video del governo armeno che mostra la distruzione di diversi blindati azeri nel Nagorno Karabakh.

Video: Ministero della Difesa armeno e ministero della Difesa azero

Leggi anche: