Torino, Cirio come Aldo Moro: i volantini choc contro il governatore del Piemonte

Sul posto è intervenuta la Digos che ha acquisito il materiale e ora sta indagando

Come la foto di Aldo Moro diffusa dalle Brigate Rosse durante il sequestro, così oggi, 30 settembre, è comparsa una foto del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio che lo ritrae esattamente con le sembianze del presidente della Dc, nel 1978. Il volto del governatore è apparso sui muri della città di Torino, in corso Regina Margherita, vicino al celebre centro sociale sabaudo, l’Askatasuna.


Sulla vicenda è intervenuta la Digos che ha prima acquisito tutto il materiale trovato affisso ai muri e ora sta indagando per risalire agli autori – o autore – del gesto. Le indagini sono indirizzate anche verso una serie di manifesti comparsi nella notte attorno al Palazzo di giustizia e affissi da esponenti di un sedicente “Nuovo Pci” in cui diversi esponenti delle istituzioni sono stati accusati di far parte della “mafia del Tav”.

L’episodio è avvenuto all’indomani della busta con due proiettili arrivata negli uffici del tribunale di sorveglianza e indirizzata a Elena Bonu, giudice che aveva negato all’attivista No Tav Dana Lauriola le misure alternative al carcere. Lauriola ha infatti ricevuto una condanna definitiva a due anni per aver manifestato durante un presidio contro l’alta velocità cui avevano partecipato sia gli autonomi che gli anarchici.

Leggi anche: