Serie A, la Lega sceglie la cordata Cvc per il progetto media company sui diritti tv

La decisione dell’Assemblea è arrivata con 15 voti a favore e cinque astenuti. Bocciate le proposte del consorzio Bain e di Fortress Group

La Lega Serie A va avanti a trattare in esclusiva con la cordata CVC per l’ingresso nella media company. Il progetto prevede il conferimento nella MediaCo, costituita dalla Lega, del ramo d’azienda della Lega deputato alla commercializzazione dei diritti audiovisivi. La decisione di puntare su Cvc è stata presa dall’Assemblea con 15 voti a favore e cinque astenuti. Niente da fare dunque per Fortress Investment Group, entrata nella corsa con un’offerta last minute di 900 milioni di euro, e per Bain.


Negli ultimi giorni Bain aveva migliorato la sua offerta. Secondo quanto anticipato dal Sole 24 Ore, la cordata era pronta ad entrare con una partnership che prevedeva la costituzione di una società dedicata alla gestione dei diritti audiovisivi, «nonché l’acquisto per un periodo definito del 15% dei crediti futuri relativi ai diritti audiovisivi che verranno cartolarizzati». Cvc-Fsi ha invece messo sul piatto 1,625 miliardi di euro e ha dalla sua, fa notare il quotidiano economico, un know how legato a Formula One Group, che gestisce i diritti della Formula 1.

Leggi anche: