Bonus Bici sito in tilt al debutto dopo sei mesi di preparazione: valanga di richieste, in coda quasi in 400 mila

Dopo l’assalto che ha fatto saltare il sito del ministero dell’Ambiente, la piattaforma è ripartita accumulando code lunghissime

Parte con le ruote bucate il clic day previsto dal governo per richiedere il bonus Bici e monopattini. Già dalle 9 di questa mattina il sito del ministero dell’Ambiente risulta irraggiungibile, probabilmente sovraccaricato dalle numerose richieste. Il bonus era atteso da almeno sei mesi, previsto tra gli aiuti per l’emergenza Coronavirus. Il bonus prevede il rimborso fino al 60% della spesa affrontata per l’acquisto di una bici o di un monopattino negli ultimi mesi. La richiesta però può essere fatta solo online, attraverso una piattaforma ospitata sul sito del ministero che richiede l’accesso con lo Spid, l’identità digitale, e l’indicazione della fattura dell’acquisto.


Il sito del ministero dell’Ambiente alle 9 del 3 novembre, giorno del clic day per il bonus Bici

La piattaforma è tornata online solo intorno alle 9:30, mentre diversi utenti lamentano tempi di attesa lunghissimi, con code che sfiorano le 400 mila richieste in attesa.

La schermata di un lettore con la situazione della coda di richieste alle 9:35
La coda si allunga alle 10:05 quando in attesa risultano quasi 400 mila richieste

Leggi anche