Bonus pc e banda larga, parte la corsa ai voucher per le famiglie: come funziona, chi può chiederlo

Oltre a sottoscrivere un contratto per la connessione Internet, sarà possibile acquistare pc o tablet a prezzi scontati

Dopo il bonus mobilità messo a disposizione dal governo la scorsa settimana scatta oggi, 9 novembre, la corsa al bonus per la banda ultra larga e le apparecchiature telefoniche. Già annunciata ad agosto, dopo l’ok della Commissione europea, la misura è stata pubblicata giovedì 1° ottobre in Gazzetta Ufficiale, all’interno del decreto «Piano Voucher Famiglie». Con uno stanziamento complessivo di 204 milioni di euro per le famiglie, il bonus potrà essere utilizzato per le spese relative alla connessione Internet ma anche a pc e tablet.


L’idea per questi voucher era già nata nel 2015, senza però essere mai stata messa in atto, finché l’emergenza Coronavirus non ha reso ancor più urgente l’esigenza di dotarsi di connessioni veloci e device più accessibili. Non assisteremo a scene come quelle della scorsa settimana, dove decine di migliaia di persone erano in coda sul web per ottenere il bonus bici. Questa volta le richieste saranno prese in carico direttamente dagli operatori telefonici.

Quanto vale il bonus? Fino a 500 euro

Il voucher messo a disposizione dei cittadini vale fino a 500 euro. Servirà per coprire i costi per l’attivazione di connessioni veloci e per l’acquisto (deve essere contestuale) di pc o tablet. Il “pacchetto” comprende una connettività ad almeno 30 Megabit al secondo per una somma non inferiore a 200 euro e tablet o personal computer fornito dall’operatore – la cui somma non deve essere inferiore a 100 euro e non superiore a 300 euro.

A chi è destinato?

Sono circa circa 2,2 milioni di famiglie ad essere potenziali beneficiarie del buono. Trai requisiti richiesti per ottenerlo, un Isee annuo (Indicatore della situazione economica equivalente) inferiore a 20 mila euro.
Chi vuole fare richiesta avrà tempo fino all’1 ottobre del 2021. Piccolo intoppo: i fondi non basteranno per tutti. Facendo i calcoli, rapportando i fondi stanziati con le famiglie richiedenti, solo 408 mila utenti potranno godere del bonus massimo, quello da 500 euro. A farla breve, per soddisfare le domande si utilizzerà il criterio temporale: chi arriva prima si aggiudica il buono.

Come si utilizza?

I 500 euro potranno essere usati come sconto, applicato dal rivenditore, per una connessione Internet con contratto di almeno 12 mesi. Chi vuole potrà usare il voucher anche per l’acquisto di dispositivi elettronici, nello specifico tablet o pc, che potranno essere richiesti contestualmente alla sottoscrizione dell’abbonamento Internet. In entrambi i casi gli sconti saranno applicati dagli operatori telefonici, come scritto nel decreto. Non ci si potrà dunque rivolgere ad altri rivenditori diversi dalle compagnie di telecomunicazione, compresa la grande distribuzione.

Leggi anche: