Coronavirus, la Puglia verso la zona rossa. Ma non è l’unica regione a rischio

Gli ultimi dati non sembrano lasciare alternative e prefigurerebbero il passaggio in zona rossa. I pazienti attualmente positivi nella regione sono in totale 26.607

Altre Regioni potrebbero finire in zona rossa. La prima a rischiare il passaggio è la Puglia, che ora è in fascia arancione, per la quale i medici chiedono una stretta delle misure per il contenimento del Coronavirus già da diversi giorni. Gli ultimi dati di cui è in possesso l’unità di crisi regionale, stando a quanto si apprende, non lascerebbero scampo ad alternative e prefigurerebbero il passaggio della Puglia in zona rossa, dove di fatto vige uno stato di lockdown con le più dure restrizioni e limitazioni.


Sarebbe la settima regione a entrare nella fascia con le condizioni di rischio più elevato. Le altre sono – per il momento – Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Toscana, Campania, Calabria e la provincia di Bolzano. Ma il quadro potrebbe subire presto cambiamenti. Anche altre regioni, infatti, correrebbero il rischio di cambiare colore di fascia nelle prossime ore. Determinante sarà in questo senso, come sempre, l’analisi dei dati da parte della cabina di regia del ministero della Salute.

Gli ultimi dati diffusi sull’epidemia nella regione non sono rassicuranti. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.234 casi positivi su 6.228 tamponi: 495 in provincia di Bari, 88 in provincia di Brindisi, 124 nella provincia BAT, 182 in provincia di Foggia, 94 in provincia di Lecce, 245 in provincia di Taranto, 7 residenti fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito. Quanto alle vittime, sono 36 in un giorno: 8 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 2 in provincia BAT, 16 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. I pazienti attualmente positivi nella regione sono in totale 26.607.

Leggi anche: