Legge di bilancio, arriva il bonus occhiali per le famiglie: a quanto ammonta e a chi spetta

La manovra economica ha previsto un voucher una tantum di 50 euro, che verrà utilizzato direttamente come sconto sul listino prezzi

Cos’è il bonus occhiali?

Dopo l’ok del Senato e l’approvazione del Parlamento della nuova legge di Bilancio – con i 40 miliardi previsti per il prossimo anno – tra i bonus e gli incentivi previsti c’è il cosiddetto bonus occhiali. Si tratta di un incentivo per l’acquisto di occhiali da vista e lenti a contatto, per il quale è stato stanziato un fondo di 5 milioni di euro per ogni anno, dal 2021 al 2023. I dettagli, ancora, non sono stati resi noti: bisognerà infatti attendere il decreto attuativo congiunto tra ministero della Salute e ministero dell’Economia. Il bonus occhiali segue tutta una serie di bonus già annunciati negli scorsi mesi che vanno dal bonus per poter avere uno smartphone e il bonus per l’acquisto di nuovi mobili.


I requisiti

Potranno accedere al bonus occhiali tutti i nuclei familiari che hanno un Isee fino a 10 mila euro. La manovra economica ha previsto un voucher una tantum di 50 euro, che verrà utilizzato direttamente come sconto sul listino prezzi. Quello che ancora non è stato specificato è se il buono potrà essere applicato a un solo membro della famiglia o a più soggetti. In più, non è ancora stato specificato se sarà necessario fornire un certificato dell’oculista.

«I destinatari del contributo sono specificati nel comma 438: A valere sulle risorse del Fondo di cui al comma 437 è riconosciuta, nei limiti dello stanziamento autorizzato, che costituisce limite massimo di spesa, in favore dei membri di nuclei familiari con un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente, stabilito ai sensi del regolamento di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n.159, non superiore a 10.000 euro annui, l’erogazione di un contributo in forma di voucher una tantum di importo pari a 50 euro per l’acquisto di occhiali da vista ovvero di lenti a contatto correttive».

In cosa consiste la detrazione

Al momento le spese sugli occhiali e sulle lenti a contatto possono essere in parte detratte tramite la compilazione del modello 730. Se le fatture venivano inserite nella dichiarazione dei redditi era possibile infatti ottenere una detrazione del 19%. Per potere accedere alla detrazione era necessario conservare la fattura fiscale e la prescrizione medica dimostrare la necessità dell’acquisto. Il bonus occhiali da 50 euro previsto per il 2021 sarà invece una tantum. Bisogna chiarire però che qui non si tratta di una detrazione ma di uno sconto immediato sull’acquisto degli occhiali o delle lenti a contatto.

Come richiederlo

Il bonus dovrebbe essere erogato come fosse un voucher, così da poterlo usare subito al momento dell’acquisto. Non è ancora chiaro il processo da seguire per richiederlo, il bonus infatti è stato introdotto solo a fine dicembre con un emendamento alla legge di Bilancio, esattamente come è stato definito il bonus mobili e il bonus rubinetti.

Leggi anche: