Coronavirus, in Nuova Zelanda ricominciano i concerti dal vivo: 20 mila persone per i Six60 – Il video

La folla ha riempito il campo sportivo di Waitangi e ai fan non è stato chiesto di rispettare alcuna regola di distanziamento sociale

In Nuova Zelanda una donna di 56 anni è risultata positiva al Coronavirus dopo un viaggio in Europa. Si tratta del primo caso locale di infezione dal 18 novembre 2020, ma per il resto il Paese può dire di aver sconfitto la pandemia. Tant’è che ha ripreso a organizzare grandi eventi di musica dal vivo. Sabato 16 gennaio, a Waitangi, è andato in scena il concerto dei Six60 e a godersi lo spettacolo c’erano 20 mila persone, una cifra che rappresenta un record assoluto dall’inizio dell’emergenza sanitaria, anche per la nazione governata da Jacinda Ardern. La folla ha riempito il campo sportivo locale e ai fan non è stato chiesto di rispettare alcuna regola di distanziamento. Il cantante dei Six60, Matiu Walters, ha dichiarato: «Essere qui e poter stare insieme mentre il resto del mondo fondamentalmente non può ci ha fatto davvero apprezzare quanto bene il nostro Paese abbia gestito l’epidemia di Covid-19 e quanto siamo fortunati. Mi sento davvero orgoglioso».


Video: Instagram / six60

Leggi anche: