Femminicidio a Palermo, uccisa cantante neomelodica. Il marito ha confessato il delitto

La vittima è Piera Napoli, 32 anni. Su Facebook aveva postato: «Vuoi che ti regalino dei fiori il 14? Muori il 13»

Ancora un femminicidio a Palermo, dove pochi giorni fa è stata uccisa Roberta Siragusa. La vittima questa volta è Piera Napoli, cantante neomelodica di 32 anni. Il marito della donna, Salvatore Baglione, 37 anni, ha confessato il delitto. Il corpo di Piera è stato trovato nel bagno di casa, in via Vanvitelli. Sarebbe stata uccisa con un grosso coltello da cucina, sequestrato dai carabinieri. Il 5 febbraio, Piera aveva pubblicato un post su Facebook che dopo l’omicidio assume il significato di una macabra coincidenza: «Vuoi che ti regalino dei fiori il 14 (giorno di San Valentino, ndr)? Muori il 13».


😆

Pubblicato da Piera Napoli su Sabato 6 febbraio 2021

Piera lascia tre figli. I più grandi – due gemelli – hanno 11 anni. Il padre della vittima ha raccontato ai giornalisti che il rapporto tra marito e moglie si era deteriorato: «Mia figlia restava ancora in quella casa solo per i bambini». Secondo quanto riportato dalla stampa locale, l’assassino di Piera avrebbe pubblicato su Facebook un post tratto dal profilo Dna criminale. Sullo sfondo di una foto di Robert De Niro, la scritta: «Il rispetto gran bella cosa, peccato che non tutti ne conoscano il significato».

Leggi anche: