Femminicidio nel Ferrarese: uccisa in casa con un colpo alla testa, fermato nella notte l’ex compagno

L’uomo, interrogato per tre ore, ha fornito al pm una versione dei fatti «contraddittoria». Ora si trova in carcere

Ancora un femminicidio. Una donna di 50 anni, Rossella Placani, è stata trovata morta nella mattina di ieri, 22 febbraio, a Bondeno (Ferrara). Per il suo omicidio è stato fermato nella notte il compagno, Doriano Saveri, bolognese di 45 anni. L’uomo, artigiano edile, separato, viveva con la vittima, operaia in un’azienda del biomedicale. Saveri, interrogato per tre ore, ha fornito al pm una versione dei fatti «contraddittoria e lacunosa», cui si contrapporrebbero gravi indizi a suo carico. L’uomo è stato stato portato in carcere.


Uccisa con un colpo alla testa

Secondo le prime informazioni, Rossella Placani è stata uccisa con un colpo di un oggetto contundente alla testa. Ad avvisare i carabinieri è stato proprio il compagno, che già nella serata di ieri risultava essere l’unico sospettato. Saveri ha raccontato di avere avuto un litigio con la donna. Stando alla sua versione, lui sarebbe andato via e sarebbe ritornato in mattinata, quando ha trovato la donna già morta. Ma nella casa non sono stati rilevati segni di effrazione: è quindi probabile che sia stata uccisa da qualcuno che conosceva, che ha fatto entrare o che era già dentro.

«Siamo rimasti tutti increduli e basiti dalla notizia, fa una certa impressione constatare qualcosa che mai si pensava sarebbe potuto succedere», ha detto il sindaco di Bondeno Simone Saletti, uno dei primi ad arrivare sul luogo del delitto. «Siamo in attesa di sviluppi, di certo è un gesto che non merita appello», ha aggiunto.

Leggi anche: