Il disastro al cimitero di Camogli, la frana trascina in mare oltre 200 bare – Il video

Il crollo sarebbe stato provocato dall’erosione della falesia al di sotto del cimitero locale

Nel pomeriggio di lunedì 22 febbraio una porzione del cimitero di Camogli, in provincia di Genova, è franata nel mare portando con sé due cappelle e almeno 200 bare. Il crollo sarebbe stato provocato da uno smottamento dovuto all’erosione della falesia al di sotto del perimetro del cimitero. Le forti mareggiate che hanno investito la Liguria negli ultimi anni avrebbero, inoltre, aggravato la situazione.


Secondo quanto riferito all’Ansa dall’assessore ai Lavori Pubblici del comune di Camogli, Tino Rivello, «L’area era stata anche transennata perché negli ultimi giorni si erano uditi strani scricchiolii». Sul posto sono intervenuti i vigili del Fuoco della caserma di Rapallo, che hanno definito « complicato» il recupero di alcune salme rimaste Alcune bare e salme rimaste incastrate sulla scogliera.

Video: Ansa

Leggi anche: