Tiger Woods «lucido e cosciente» dopo l’operazione. La polizia: «È fortunato a essere vivo»

Il campione di golf ha riportato fratture multiple alla gamba in un incidente d’auto. Le autorità: nessuna prova che fosse in stato di alterazione psico-fisica

Tiger Woods è «cosciente e lucido» a seguito dell’intervento chirurgico alla gamba destra e alla caviglia, resosi necessario dopo l’incidente in auto in cui è rimasto coinvolto vicino a Los Angeles, in California. A riferire le condizioni post-operatorie è stato lo staff della leggenda del golf, con una nota pubblicata oggi, 24 febbraio, su Twitter. 


Woods ha riportato significative lesioni ortopediche alla gamba destra che sono state operate d’urgenza dal team specializzato in traumatologia ortopedica all’Harbor-UCLA Medical center», si legge nella nota ufficiale. «Le lesioni hanno interessato sia la parte superiore sia quella inferiore della tibia e del persone, e sono state stabilizzate con una placca di fissaggio per il trattamento delle fratture. Le lesioni alle ossa del piede e della caviglia sono state stabilizzate con una combinazione di viti e perni – si legge ancora nella nota ufficiale – mentre il trauma muscolare e ai tessuti molli della gamba ha richiesto un intervento per alleviare la pressione legata al gonfiore post-incidente. 

La ricostruzione dell’incidente

PATRICK T. FALLON / AFP | La macchina guidata da Tiger Woods in seguito all’incidente.

Il vice sceriffo della contea di Los Angeles, Carlos Gonzalez,  ha riferito che Woods è stato «molto fortunato» a salvarsi dopo l’incidente, ma il 45enne «dovrà affrontare un lungo percorso per la guarigione». «L’interno dell’automobile era sostanzialmente intatto – ha riferito il vice sceriffo Gonzalez – mentre l’abitacolo ha fatto da cuscino di protezione. Tutti i dispositivi di sicurezza, a partire dagli airbag hanno funzionato, altrimenti sarebbe stato certamente un incidente mortale». 

Durante la conferenza stampa delle autorità per riferire sull’incidente, i membri della polizia e del primo soccorso hanno sottolineato che non vi è alcuna prova che Woods fosse in stato di alterazione psico-fisica, e le cause dell’incidente sarebbero riconducibili «all’eccessiva velocità». Dopo l’impatto, Woods «era cosciente, ma avendo subito gravi lesioni all’arto inferiore destro, si è reso necessario aiutarlo a uscire dal veicolo» capovoltosi dopo l’incidente. Il campione del golf era l’unica persona a bordo del veicolo.

Leggi anche: