Vaccini, oltre 5,7 milioni di somministrazioni. All’Italia 36,8 milioni di dosi entro giugno

Secondo fonti vicine a Palazzo Chigi, tra l’8 marzo e il 3 aprile dovrebbero arrivare in Italia 6,5 milioni di dosi di vaccini

Il numero delle persone che in Italia hanno ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Coronavirus è arrivato a 5,743 milioni di persone. Di queste oltre 1,74 milioni hanno completato il ciclo ricevendo anche la seconda dose. Dai dati pubblicati sul portale del ministero della Salute si vede come nelle ultime settimane sia cambiata la campagna vaccinale. Il numero di persone fra gli 80 e gli 89 anni che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino è salito a 1.176.315. Quello degli over 90 a 367.434.


Ora oltre agli operatori sanitari, hanno ricevuto almeno una dose di vaccino anche 144.119 membri delle Forze Armate e 449.488 lavoratori del mondo della scuola. Secondo fonti vicine a Palazzo Chigi riprotate dall’agenzia stampa Ansa, tra l’8 marzo e il 3 aprile arriveranno in Italia 6,5 milioni di dosi di vaccini. Nel secondo trimestre dell’anno, quindi entro giugno del 2021, la quota di vaccini destinati all’Italia dovrebbe aumentare, arrivando a 36,8 milioni di dosi. Questa cifra comprende tutti i vaccini disponibili al momento per il nostro Paese: Pfizer, AstraZeneca e Moderna.

Leggi anche: