Vaccini, superate le 7 milioni di somministrazioni. La Sardegna è l’ultima regione per numero di inoculazioni

Tra le regioni più virtuose c’è la Valle d’Aosta, la Campania e la Puglia. La maglia nera va invece alla Sardegna che ha somministrato solo il 64,9% delle dosi che ha ricevuto

Nell’ultima giornata di campagna vaccinale, è stato sfondato il tetto di 7 milioni di somministrazioni. Sono 7.007.465 per l’esattezza le persone che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Coronavirus. Stando all’ultimo report difusso sul portale governativo di riferimento, sono 2.132.228 le persone vaccinate, che dunque hanno fatto anche il richiamo. Le donne hanno ricevuto 4.255.045 dosi, mentre agli uomini ne sono state iniettate 2.752.420 in totale. La distribuzione delle dosi alle categorie che hanno diritto prioritario a riceverle, la situazione è arrivata a questo punto:


  • Operatori sanitari e sociosanitari: 2.787.254
  • Personale non sanitario: 1.111.615
  • Ospiti di strutture residenziali: 491.052
  • Over 80: 1.760.242
  • Forze armate: 193.482
  • Personale scolastico: 663.820

Per quanto riguarda l’età, le persone comprese nella fascia 80-89 anni sono quelle che hanno ricevuto più somministrazioni (1.690.741), seguite da coloro che hanno tra i 50 e i 59 anni (1.369.628). Tra le regioni più efficienti nella somministrazione delle dosi ricevute, come mostra la mappa, c’è sicuramente la Valle d’Aosta, la Campania e la Puglia. La maglia nera va invece alla Sardegna che ha somministrato solo il 64,9% delle dosi che ha ricevuto. Sul fronte dei vari marchi di vaccini in circolazione, 5.908.500 sono le somministrazioni di Pfizer/BioNTech, 2.196.000 quelle di AstraZeneca (per il momento sospese) e 493.000 quelle di Moderna (anche se i dati disponibili a riguardo non paiono essere aggiornati).

Leggi anche: