Islanda, eruzione vulcanica a pochi chilometri da Reykjavik – Le immagini

Il vulcano della penisola di Reykjanes non eruttava da quasi 800 anni. L’ultima volta è accaduto nel 1240

Un’eruzione vulcanica attorno al monte Keilir ha illuminato i cieli notturni di Reykjavik, la capitale dell’Islanda. L’attività è ancora in corso. L’eruzione era stata preannunciata nei giorni scorsi dai movimenti magmatici: il vulcano, che si trova a sud del monte Fagradalsfjall, sulla penisola di Reykjanes, aveva fatto registrare nelle ultime settimane migliaia di scosse di terremoto – almeno 40 mila – perlopiù di bassa magnitudo. A diffondere la notizia – e le immagini – è stata l’Agenzia meteorologica islandese. L’area è disabitata e l’eruzione, che è ancora in corso, non dovrebbe aver allarmato le autorità. L’ultima eruzione sulla penisola di Reykjanes risale a quasi 800 anni fa, al 1240.



«La prima notifica è stata ricevuta dall’Ufficio meteorologico alle 21.40 GMT. L’eruzione è stata confermata tramite webcam e immagini satellitari», ha fatto sapere l’Istituto sul suo sito web. Tutto il traffico aereo in entrata e in uscita da Keflavik, l’aeroporto internazionale, è stato interrotto. Le eruzioni vulcaniche nella regione sono conosciute come “eruzioni effusive”: in questo caso, a differenza di quanto accade in quelle esplosive, la lava scorre costantemente dal terreno.

Le immagini

Immagini di copertina: Veðurstofa/Facebook

Leggi anche: