Primo punto per Letta sulle capogruppo donne: i senatori dem scelgono Simona Malpezzi

Il segretario del Pd ha augurato buon lavoro alla neo capogruppo a Palazzo Madama, ringraziando Marcucci per il lavoro svolto

Dopo il passo indietro di Andrea Marcucci, l’assemblea dei senatori del Partito Democratico ha eletto all’unanimità la senatrice Simona Malpezzi quale nuovo capogruppo dem a Palazzo Madama. Soddisfazione per il segretario Enrico Letta, che ha ringraziato l’ex presidente dei senatori Pd per essersi fatto da parte e ha augurato «buon lavoro» alla neo-capogruppo al Senato. La candidatura della senatrice per l’incarico al Senato è arrivata proprio da Marcucci stesso (entrambi provengono dall’area di Base riformista, ndr), dopo alcuni giorni di battibecco interno ai dem.


Marcucci ha spiegato il proprio tentennamento nel lasciare l’incarico di capogruppo al Senato per far spazio a una donna, così come richiesto dal segretario Letta, sostenendo che «i senatori riformisti mi avevano chiesto di ricandidarmi». Tuttavia, dopo una serie di interlocuzioni interne alla Base e con la segreteria del Pd, gli stessi riformisti sono riusciti a fare quadra intorno alla candidatura di Malpezzi.

Malgrado l’impasse su nomi e ruoli, l’ex capogruppo al Senato del Partito Democratico ha precisato di non aver intenzione né di lasciare Base riformista né il Pd, puntualizzando: «Voglio svolgere un ruolo politico all’interno del partito, all’insegna del pluralismo e nel confronto». «Ho avuto nel recente passato la richiesta di partecipare a diversi esecutivi – ha ribadito Marcucci – e fare il sottosegretario per il rapporti con il Parlamento è un ruolo di primo piano, ma non sono interessato, né di entrare nell’esecutivo, né di assumere altri ruoli. Sono orgoglioso di fare il senatore».

Leggi anche: