Renzi in Bahrein nel paddock di F1 con il principe al Khalifa: è bufera sui social. Il senatore: «I miei viaggi non costano al contribuente»

Dopo le polemiche sul viaggio in Arabia saudita, il leader di Italia viva oggi era in Bahrein. La polemica social: «Un intero Paese in zona rossa e lui si gode il Gp di Formula 1 là»

Il senatore Matteo Renzi ha assistito al Gran Premio di F1 del Bahrain. Il leader di Italia viva è stato inquadrato in diretta tv nel paddock e il presidente della Federazione internazionale dell’automobile, Jean Todt, ha pubblicato una foto su Twitter insieme a «sua altezza reale il principe Salman ben Hamad Al Khalifa, principe ereditario e primo ministro del Bahrain, e Matteo Renzi».


Sui social sono arrivati commenti critici: «Un intero Paese in zona rossa mentre lui si gode il gran premio di Formula 1 in Bahrein», ha scritto qualcuno, «sarà là per motivi di lavoro», ha ironizzato un altro utente. Con una nota del suo ufficio stampa, l’interessato ha fatto sapere di essere «abituato alle polemiche contro di lui, ma che ha come sempre rispettato tutte le norme e martedì sarà in Aula a fare il suo lavoro per intervenire sul Family Act. Inutile dire che i viaggi di Renzi riguardano Renzi e non costano un centesimo al contribuente». 

Polemiche simili si erano verificate anche in occasione del viaggio di Renzi in Arabia Saudita, per partecipare a un evento e intervistare il principe saudita Mohammed bin Salman. Il quotidiano Domani diede la notizia della sua appartenenza al FII Institute, organismo controllato dalla corona che pagherebbe il senatore 80 mila dollari l’anno. Nonostante tutte le polemiche, Renzi nelle settimane successive è volato a Dubai con l’amico Marco Carrai e oggi era in Bahrain.

Leggi anche: