Coronavirus, l’Olanda sospende AstraZeneca per tutte le età. Nel Regno Unito 30 casi di trombosi su oltre 18 milioni vaccinazioni

Nei Paesi Bassi il governo ha deciso di bloccare temporaneamente la somministrazione del vaccino di Oxford per non sprecare dosi. Oltremanica, l’agenzia di farmacovigilanza britannica segnala 1 caso di evento avverso grave ogni 600mila inoculazioni

OLANDA

ANSA / MATTEO BAZZI

L’Olanda sospende temporaneamente le vaccinazioni con AstraZeneca per non sprecare dosi

In Olanda, nuovo stop temporaneo per il vaccino anti-Covid di AstraZeneca. Dopo la decisione di bloccare precauzionalmente l’uso del vaccino anglo-svedese per tutti gli under 60, a seguito delle nuove segnalazioni di effetti collaterali, il Governo ha deciso di sospendere temporaneamente la somministrazione del farmaco per tutte le fasce d’età, al fine di non sprecare le dosi. Tra gli over 60 che avrebbero dovuto ricevere la somministrazione del vaccino erano rimaste infatti solo 700 persone. Di conseguenza di è deciso di annullare gli appuntamenti per le immunizzazioni al fine di non sprecare il prodotto che sarebbe avanzato nelle fiale. 


REGNO UNITO

EPA/DOMINIC LIPINSKI / POOL

Nel Regno Unito 30 casi di trombosi su oltre 18 milioni di vaccinazioni

L’autorità di farmacovigilanza del Regno Unito (Mhra) ha reso noto i dati aggiornati sui casi di trombosi potenzialmente associati alla somministrazione del vaccino AstraZeneca. Secondo la Medicines and Healthcare products Regulatory Agency sono stati complessivamente segnalati 30 casi di eventi avversi (numero che include 7 decessi potenzialmente correlati) su oltre 18 milioni somministrazioni del vaccino anglo-svedese. Posto che al momento non sono ancora note evidenze scientifiche che evidenzino un nesso causale tra vaccinazione con AstraZeneca e eventi trombotici, il tasso di incidenza risulta essere pari a 1 caso su 600 mila somministrazioni. L’Mhra ha poi segnalato di non aver ricevuto alcuna segnalazione di eventi avversi trombolitici dopo la somministrazione dei vaccini Pfizer-BioNTech. 

RUSSIA

EPA/YURI KOCHETKOV

In attesa dell’approvazione dell’Ema, Mosca si prepara a ospitare i turisti del vaccino

«Vaccinazione con Sputnik V in Russia! Chi vuole salire a bordo?». E sotto questa frase un gruppo di persone di varie età in posa con dietro una flotta di aerei targati Sputnik V. L’account Twitter ufficiale del vaccino contro il Covid prodotto da Mosca ha voluto però essere ancora più chiaro. «Chiedi ai tuoi amici di seguire Sputnik V su Twitter! Chi ci segue sui social media sarà invitato per primo in Russia quando inizierà il programma». Come abbiamo spiegato in questa analisi, la possibilità che si apra una stagione di turismo vaccinale è concreta e in Europa la metà più gettonata potrebbe essere la Russia, visto che al momento il vaccino Sputnik V non è ancora stato approvato in via ufficiale dall’Ema.

Secondo l’agenzia stampa Reuters sembra però che sia sempre più vicino il piano di Mosca per richiamare persone da tutti gli Stati in cui la campagna vaccinale non sta ingranando. Forse a luglio si dovrebbe già iniziare. E tutto questo dopo che, spiega Reuters, le autorità russe sono state a lungo in dubbio sull’avviare questo programma o su puntare prima a chiudere la campagna vaccinale per la popolazione locale. Secondo le cifre fornite da Our World in Data, al momento in Russia sono state iniettate poco meno di 8 dosi di vaccino ogni 100 abitanti.

FRANCIA

EPA/MOHAMMED BADRA

Oltre alle terapie intensive salgono anche i nuovi casi, mai così tanti da novembre

Mai si era registrato un aumento così marcato dall’inizio dell’anno. Nelle ultime 24 ore la Francia ha segnato il più alto numero di pazienti entrati nei reparti di terapia intensiva del 2021. Al momento si trovano in questi reparti 5.254 pazienti con diagnosi di Coronavirus. In una sola giornata ne sono stati registrati 145 in più. E aumentano anche i nuovi casi: ieri ne sono stati segnalati 46 677, mai così tanti da novembre. In tutto il Paese decessi sono arrivati a 96 280 mentre i casi totali a 4,74 milioni.

Immagine di copertina: EPA/ROLEX DELA PENA

Leggi anche: