Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Guerriglia dopo il video rap a San Siro, perquisite le case di 13 ragazzi. Indagati i rapper Neima Ezza e Baby Gang – Il video

Nuove immagini dei tafferugli in via Selinunte tra la polizia e il gruppo di giovani radunati per le riprese di un videoclip

A una settimana dagli scontri registrati in piazzale Selinunte, in zona San Siro a Milano, arrivano le prime iscrizioni nel registro degli indagati. Durante la mattina del 16 aprile, infatti, sono scattate le perquisizioni nelle abitazioni di 13 ragazzi, tra cui tre minorenni. Dovranno rispondere a vario titolo di resistenza a pubblico ufficiale, porto d’armi abusivo e manifestazione non autorizzata. La Polizia, inoltre, ha diffuso nuove immagini degli scontri tra agenti e ragazzi dove si vedono gli istanti della guerriglia. Gli investigatori hanno incluso tra gli indagati anche i rapper Neima Ezza, al secolo Amine Ezzaroui, e Zaccaria Mouhib, in arte Baby Gang. In quell’occasione Ezza, in particolare, aveva radunato una folla di 300 fan per girare il videoclip del suo ultimo brano, violando le restrizioni anti-Covid e causando l’arrivo della polizia in assetto antisommossa.


Video: Polizia di Stato


Continua a leggere su Open

Leggi anche: