Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

In Veneto 535 nuovi casi e 10 morti. Zaia: «I vaccini funzionano: solo otto anziani over 80 ricoverati in terapia intensiva»

Il presidente della regione: «Da giovedì si aprono le vaccinazioni a tutti gli over 60. Prenotazioni aperte da oggi»

535 nuovi casi di Coronavirus e 10 vittime nelle ultime 24 ore in Veneto. Alla luce dei nuovi dati diffusi dalla regione sale a quota 408.365 il numero delle persone risultate positive al virus sin dall’inizio della pandemia, mentre il numero dei decessi raggiunge quota 11.245. Nella giornata di ieri erano stati registrati 788 nuovi contagi e 9 decessi. 11.120 persone sono attualmente positive al virus. La situazione ospedaliera resta pressoché invariata. Sono infatti 1.540 i pazienti attualmente ospedalizzati nella regione (ieri erano 1.559). Di questi, 1.325 (-20 rispetto a ieri, quando erano 1.345) si trovano ricoverati con sintomatologia nei reparti Covid-19, mentre 215 (+1 rispetto a 24 ore fa, quando erano 214) sono ricoverati nelle terapie intensive delle strutture ospedaliere venete. 20.192 i guariti e dimessi nelle ultime 24 ore.


Zaia: «I vaccini funzionano, solo 8 over 80 ricoverati in terapia intensiva»

Il governatore Luca Zaia, nel punto stampa quotidiano, ha ribadito la necessità di «massima attenzione» per l’ingresso della regione in zona gialla rafforzata e del passaggio «da un periodo di responsabilità collettiva, con regole imposte dall’alto, a una responsabilità soggettiva». La via maestra da percorrere, «per non ricadere nel baratro dell’epidemia, resta quella del seguire le norme igienico-sanitarie anti-Covid e continuare con le vaccinazioni». A tal proposito il presidente veneto ha osservato che «a riprova del fatto che i vaccini funzionano c’è il dato degli over 80 ricoverati nelle nostre terapie intensive: sono solo 8».


Zaia: «Puntiamo a coprire tutti gli over 50 prima dell’estate»

Tuttavia nella regione si registra uno stallo nelle vaccinazioni della popolazione 70-79. Non ha risposto alla chiamata di vaccinazione circa il 30% dei settantenni veneti. Nell’attesa che l’impasse sui 70enni possa sbloccarsi, la regione intende tirare dritto con le vaccinazioni, «anche se abbiamo bisogno di altre dosi», osserva Zaia. E così il Veneto ha deciso di aprire le adesioni per le vaccinazioni anti-Covid alla popolazione 60enne già da oggi, 26 aprile, per iniziare le somministrazioni da giovedì 29 aprile. L’obiettivo, a detta di Zaia, è quello di «vaccinare anche tutti gli over 50 prima dell’estate». Forniture permettendo.

Leggi anche: