Sfida tra Juve e Inter su Allegri: Marotta aveva un accordo con lui lo scorso anno. Zidane dà l’addio al Real, e Inzaghi resta alla Lazio

È l’ennesimo derby d’Italia tra Juventus e Inter: entrambe hanno deciso di puntare su Massimiliano Allegri. L’Inter deve al più presto tappare la falla dell’addio – ufficializzato alle 7 di ieri sera – di Antonio Conte, subito dopo il trionfo in campionato. Riceverà 7.5 milioni di buonuscita, ma non potrà allenare in Italia. Ma la Juve ha deciso di non prolungare l’esperimento-Pirlo, e rivuole il tecnico che congedò solo 24 mesi fa. In un gioco di specchi Allegri aveva sostituito proprio Conte sulla panchina della Juve nel 2014, dopo che il tecnico salentino aveva deciso di mollare dopo uno scudetto vinto: la stessa situazione di oggi all’Inter. Fino a ieri pomeriggio il ritorno di Allegri in bianconero sembrava cosa quasi fatta, ma nella tarda serata l’Inter avrebbe rilanciato con forza. A Milano Allegri completerebbe il grande slam di guidare tutte e tre le grandi storiche del calcio, visto che è già stato anche al Milan, dove vinse uno scudetto, per poi conquistarne cinque di fila a Torino.


Tra l’altro il tecnico livornese aveva già dato la sua disponibilità ai nerazzurri un anno fa, quando Conte aveva già ipotizzato il clamoroso addio all’Inter subito dopo la fine del campionato. Allegri ha un forte rapporto con Beppe Marotta, general manager interista, anche lui costretto pochi anni fa all’addio alla Juve: nel gioco di specchi c’è anche il fatto che proprio ieri ha chiuso la sua avventura a Torino Fabio Paratici, che aveva preso il posto di Marotta. Sia che Allegri scelga Torino, sia che scelga Milano, l’altra società non potrà puntare su Simone Inzaghi, alternativa ipotizzata per entrambe le panchine: nella notte ha rinnovato per tre anni con la Lazio, dopo un lungo incontro col presidente Lotito. Ma la Juventus, come avevamo anticipato ieri mattina, ha la suggestione di un altro grande ritorno: Zinedine Zidane a mezzanotte ha ufficializzato il suo addio al Real Madrid. Il bello è che secondo i giornali spagnoli di stamattina due sono i candidati alla panchina del Real: Antonio Conte e Massimiliano Allegri…


Leggi anche: