Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Ancora un incidente sul lavoro, due operai sono morti per asfissia in un’azienda del Pavese

Le vittime sono morte in seguito alla rottura improvvisa di un tubo del vapore. I due potrebbero aver respirato ammoniaca o un altro gas velenoso

Due operai sono rimasti uccisi a causa della rottura di un tubo del vapore nell’azienda dove lavorano a Villanterio, in provincia di Pavia. I due lavoratori, un 50enne di Copiano e un 51enne appena assunto tramite agenzia interinale, svolgevano diverse mansioni in un’azienda specializzata nella lavorazione di scarti animali per la produzione di farine per mangimi. Stando alle prime ricostruzioni, i due operai sono stati colpiti dai vapori emessi da una tubatura saltata all’improvviso e sarebbero morti per asfissia. Subito dopo la rottura del tubo si è infatti sprigionata una nube tossica e i due lavoratori potrebbero aver respirato ammoniaca o un altro gas velenoso. Stando alla versione dei fatti più accreditatao, uno dei due, che era accanto alla vasca, si è sentito male. Il collega è subito intervenuto per soccorrerlo, ma a sua volta ha perso i sensi. E quando sono arrivati i soccorsi i due erano già privi di vita.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: