Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Fedez contro il Vaticano sul Ddl Zan: «Ma chi ca*** ha concordato il Concordato? E quei soldi delle vostre tasse…?» – Il video

Il cantante all’attacco della Santa Sede dopo dopo la nota diplomatica in cui si sostiene che la legge contro l’omotransfobia violi il concordato

Su instagram Fedez va all’attacco della Santa Sede dopo la nota diplomatica in cui si sostiene che il Ddl Zan violi il concordato. «Ma chi caz*** ha concordato il Concordato?», esordisce. «Voi avete concordato qualcosa? Ma poi non avevamo concordato, amici del Vaticano, che ci davate delle tasse arretrate sugli immobili? L’Unione Europea ha stimato cinque miliardini, forse di più…», continua, «ma in realtà non si sa perché avete perso il conto degli immobili: ne avete troppi. Magari dateci quei soldini: ci servono per far andare avanti il paese. Poi potete venire a rompere le palline sulle leggi italiane, no? Sarebbe carino…». Il marito di Chiara Ferragni conclude: «E comunque, piccolo spoiler amici del Vaticano, siamo uno stato laico. So che non siete abituati a sentirvelo dire, però in teoria saremmo uno stato laico. E poi fatemi capire: voi potete rompere le palle sulle leggi italiane però quando in Italia viene sgamato uno di quei pretini a chi piace toccare i bambini, questo non viene processato dalla giustizia italiana e invece lo processate voi in Vaticano? Questo lo avevate concordato? Non lo so…». E nel finale torna «serio per un attimo: io spero che il governo italiano si renda conto di avere tra le mani un’occasione incredibile. Non che venga votato il Ddl Zan, e quindi che la democrazia faccia il suo corso fisiologico e normale, ma anche quella di abolire un concordato anacronistico e di rivendicare la laicità dello Stato italiano. È meglio del 3 per 2 al Lidl. Che facciamo, non ne approfittate?».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: