In Spagna boom dei contagi tra gli under 29. Focolaio alle Baleari per le feste: un 18enne in terapia intensiva

Su questo andamento hanno fortemente inciso i maxi focolai che si sono registrati tra gli studenti durante la gita di fine anno scolastico alle Baleari

É boom di contagi tra i giovani, complici le vacanze, l’allentamento delle misure di contenimento della pandemia e forse un clima di maggiore lassismo. Una situazione che, inevitabilmente, ha portato all’aumento dei contagi da Coronavirus in Spagna, una delle mete preferite dai ragazzi. Nella categoria delle persone di età compresa tra i 20 e i 29 anni, l’incidenza cumulativa dei casi registrati negli ultimi 14 giorni ha subito un’impennata rispetto a una settimana fa e ora supera i 250 contagi ogni 100mila persone, mentre quella generale è di meno di 107 (ieri era di 100). A renderlo noto è l’ultimo rapporto del ministero della Sanità che, negli ultimi aggiornamenti, ha inserito anche la fascia di età dei contagiati dal Covid, per un’analisi più precisa dell’andamento dell’epidemia.


I contagi in Spagna corrono anche tra gli adolescenti

Forte impennata di positivi anche tra gli adolescenti tra i 12 e i 19 anni: in questo caso l’incidenza è di 243 casi ogni 100mila abitanti. Su questi dati hanno fortemente inciso i maxi focolai che si sono registrati tra gli studenti durante la gita di fine anno scolastico alle Baleari. Stando a quanto riportano i media locali, i contagiati – che in gran parte dei casi sono rientrati nelle loro regioni di residenza prima di ricevere il responso sulla positività – sono più di 1.400. I numeri dei contagi tra i giovani e giovanissimi sono in forte contrasto rispetto a quelli registrati tra gli anziani: nella fascia 70-79 anni l’incidenza non arriva a 18 casi e tra gli over 80 supera di poco i 22. Prosegue intanto la campagna vaccinale: quasi il 100 per cento degli over 70 ha già completato il ciclo di vaccinazione, mentre tra i ragazzi di età compresa tra i 20 e i 29 anni è solo il 12,1 per cento a essersi sottoposto almeno alla prima dose di vaccino anti-Covid.


Finisce in terapia intensiva un 18enne contagiato alle Baleari

Intanto Ximo Puig, presidente della Comunità Valenciana, ha fatto sapere che un 18enne del luogo è attualmente ricoverato in terapia intensiva dopo essere risultato positivo al Coronavirus al rientro dalla vacanza di fine anno scolastico alle Baleari, luogo che nei giorni scorsi è stato scenario di un maxi focolaio tra i giovani. L’assessora regionale alla Sanità della Comunità Valenciana, Ana Barceló, infine, ha spiegato che il ragazzo è ancora sotto «stretta osservazione» e che la speranza è che «si riprenda presto». I contagi legati al maxi focolaio registrato alle Baleari sono più di 1.400.

Maxi focolaio a Maiorca, la protesta dai balconi dei ragazzi in quarantena: «Siamo negativi, vogliamo uscire» – Il video

Leggi anche: