Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Covid, zero decessi in Lombardia nelle ultime 24 ore. Non accadeva dal 6 ottobre

L’assessora al Welfare Letizia Moratti: «L’autunno e le varianti ci fecero ripiombare nell’incubo. Adesso possiamo guardare al futuro con più speranza»

Buone notizie dal bollettino giornaliero Covid della Regione Lombardia. Il numero dei decessi segnalati per la giornata di oggi è pari a zero: non succedeva dallo scorso 6 ottobre. Ad annunciare il record positivo è l’assessora al Welfare e vice-presidente della Regione Letizia Moratti che sul suo profilo Twitter scrive: «Allora l’autunno e le varianti ci fecero ripiombare nell’incubo. Adesso possiamo guardare al futuro con più speranza». L’entusiasmo espresso da Moratti ha poi lasciato spazio a una raccomandazione ancora urgente, vista la minaccia corrente della mutazione Delta in tutto il Paese. «Resta l’importanza di conservare comportamenti prudenti» ha continuato l’assessora, «e di aderire alla campagna vaccinale. Poche ore fa era stato il presidente Attilio Fontana ad esultare per la notizia dei ricoverati in terapia intensiva scesi sotto quota 50: «Avanti così, con prudenza e ottimismo. I numeri ci stanno dando ragione», ha scritto su Facebook, «le vaccinazioni e i comportamenti virtuosi producono i risultati sperati».


Intanto la campagna vaccinale va avanti

Con oltre 6 milioni di prime dosi somministrate e 9 milioni di iniezioni eseguite in totale, la campagna vaccinale lombarda intanto va avanti, raggiungendo il 93,7% di dosi disponibili utilizzate. «Il vaccino è l’unica arma che abbiamo in questa battaglia» aveva detto Moratti commentando i numeri ottenuti, con particolare entusiasmo per la copertura raggiunta nei penitenziari lombardi. È delle ultime ore il traguardo delle carceri completamente Covid free: l’80% del personale e dei detenuti ha ricevuto la prima dose e il 70% totalmente immunizzato. «Efficace è stato il protocollo osservato scrupolosamente per l’ingresso in carcere dei detenuti» ha spiegato Moratti, «che prevede immediatamente una visita medica e un tampone e la messa in osservazione per 10 giorni al termine dei quali viene eseguito un secondo tampone di controllo per accertare la definitiva negatività al Covid. Il ringraziamento speciale va anche a quei 130 medici e 170 infermieri che si sono adoperati nelle somministrazioni dei vaccini».


Leggi anche: