Ennio Morricone diventa «Ennio Morirono»: la nuova gaffe dello staff di Virginia Raggi

Nella newsletter settimanale “La sindaca informa” l’ennesimo errore, forse dovuto all’intervento del correttore automatico. E la prima cittadina si infuria: «Adesso faccio spostare il responsabile»

Il maestro Ennio Morricone diventa “Ennio Morirono” nell’ennesima gaffe di Virginia Raggi. Il musicista viene ribattezzato così nella newsletter settimanale “La sindaca informa”, che serviva a ricordare l’intitolazione al musicista e autore di tante meravigliose colonne sonore dell’Auditorium Parco della Musica. Come se il testo fosse stato scritto da un cellulare o un tablet e fosse quindi finito nelle maglie del correttore automatico. La newsletter è stata caricata ieri sera sul sito del Comune di Roma con l’errore in bella vista. Poi la gaffe è stata corretta. Ma nel frattempo qualcuno se ne era accorto e l’ha segnalato su Twitter e oggi la vicenda è raccontata in un articolo di Repubblica Roma a firma di Lorenzo D’Albergo.


“Ennio Morirono”: la nuova gaffe di Virginia Raggi

Secondo il quotidiano la gaffe della comunicazione di Raggi è finita nella chat dei consiglieri M5s romani, che nel frattempo continua a perdere pezzi tanto che la sindaca non ha ormai più la maggioranza in Aula Capitolina. E a quel punto anche Raggi si è trovata costretta a prendere la parola: «Questa cosa è gravissima. Adesso chiaramente faccio correggere e come per la targa del presidente Ciampi faccio spostare immediatamente la persona (che ha commesso l’errore, ndr) senza neanche appello o spiegazioni». «Mai che si prenda la colpa lei», ha commentato impietosa una consigliera 5S con il quotidiano.


Da quando ci si avvicina al voto per il Campidoglio, nemmeno a farlo apposta, si sono moltiplicate le scene di questo genere che coinvolgono lo staff o i dipendenti del Comune. Ha fatto il giro d’Italia l’errore “Azelio” nella targa che ricordava il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Poi è stata la volta della stessa Raggi, che ha parlato della “cupola del Colosseo” durante l’evento di presentazione degli Open d’Italia di golf. Sempre il Colosseo in un video per la promozione della Ryder Cup era stato scambiato per l’Arena di Nimes: «Abbiamo ripreso le immagini da un video della Federgolf senza verificarle», si scusò all’epoca lo staff.

Foto copertina da: RomaToday

Leggi anche: