Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Cannes 2021, gaffe clamorosa di Spike Lee: svela in anticipo il nome del film vincitore – Il video

Secondo quanto annunciato per errore dal presidente della giuria del Festival del Cinema 2021, sarebbe “Titane” di Julia Ducournau la pellicola vincitrice dell’ambìto premio

Un clamoroso errore che ha lasciato a bocca aperti le star presenti a Cannes e i milioni di spettatori da casa: nei primi minuti di cerimonia, il presidente della di giuria del Festival del Cinema di Cannes 2021, Spike Lee, ha annunciato in larghissimo anticipo il film vincitore della Palma d’oro, il premio più atteso in assoluto e di solito svelato alla fine della serata. Secondo quanto sfuggito a Lee, sarebbe Titane di Julia Ducournau la pellicola vincitrice dell’ambìto riconoscimento. La platea sotto choc si è chiesta se l’enorme errore dell’attore americano fosse in realtà uno scherzo, ma nulla al momento conferma una messa in scena preparata. Sul web i fan del Festival continuano a riempire le bacheche di post e commenti su quanto accaduto.


Questo il Palmares completo della 74/a edizione del Festival di Cannes:


  • Palma d’oro: Titane di Julia Ducornau
  • Grand Prix Ex Aequo: Un Héros (A Hero) di Asghar Fahradi e Hytti N°6 (Compartment n°6 / Compartiment N°6 di Juho Kuosmanen
  • Premio per la regia a Leos Carax per Annette;
  • Premio per la sceneggiatura a Hamaguci Ryusuke et Takamasa Oe per Drive My Car
  • Premio della giuria Ex Aequo a HàBerech (Le Genou d’Ahed / Ahed’s knee) di Nadav Lapid e Memoria di Apichatpong Weerasethakul
  • Premio per la migliore interpretazione femminile a Renate Reinsve per Verdens Verste Menneske (Julie (en 12 Chapitres)/ The Worst person in the World) di Joachim Trier
  • Premio per la migliore interpretazione maschile a Caleb Landry Jones per Nitram di Justin Kurzel
  • Il premio Un Certain Regard a Razzhimaya Kulaki (Unclenching The Fists / Les Poings Désserrés) di Kira Kovalenko
  • Premio della Giuria a Die Grosse Freiheit (Great Freedom) di Sebastian Meise;
  • Premio d’ensemble a Bonne Mère (Good Mother) di Hafsia Herzi
  • Premio per il coraggio a La Civil di Teodora Ana Mihai
  • Premio per l’originalità a Lamb di Valdimar Jòhansson
  • Menzione speciale a Noche de Fuego (Prayers for the Stolen) di Tatiana Huezo
  • Camera d’oro a Murina di Antoneta ALAMAT KUSIJANOVIC presentato alla Quinzaine des Réalisateurs

Per i cortometraggi:

  • Palma d’oro a Tian Xia Wu Ya (Tous les Corbeaux du Monde / All the Crows in the World) di Tang Yi
  • Menzione speciale a Céu De Agosto (Le Ciel du Mois d’Août / August Sky) di Jasmin Tenucci;

Cinéfondation:

  • Primo premio a L’Enfant Salamandre (The Salamander Child) di Théo DEGEN.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: