Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Tokyo 2020, l’australiana Jessica Fox ripara il suo kayak con un preservativo e conquista il bronzo – Il video

«Scommetto che non avreste mai pensato che i preservativi potessero essere usati per le riparazioni del kayak. Danno al carbonio una finitura liscia!», ha commentato ironicamente l’atleta 27enne

Protettivo, elastico e impermeabile. L’australiana Jessica Fox ha trovato il prodotto perfetto per riparare il suo kayak alle Olimpiadi di Tokyo: un preservativo. Già, perché l’imbarcazione dell’atleta australiana, a ridosso della gara nello slalom K1, risultava danneggiata. E così, per ripararle il danno, il team ha applicato sulla canoa la classica miscela in fibra di carbonio. Ma per rendere impermeabile e ridurre l’attrito con l’acqua la parte riparata dell’imbarcazione è stata rivestita con un preservativo, preso dal kit messo a disposizione degli atleti dagli organizzatori delle Olimpiadi. «Scommetto che non avreste mai pensato che i preservativi potessero essere usati per le riparazioni del kayak. Danno al carbonio una finitura liscia!», ha scritto l’atleta 27enne nel video in cui il kayak viene riparato e che ha pubblicato su TikTok. Dopodiché Fox ha affrontato la gara, portando a casa la medaglia di bronzo.


Foto in copertina: EPA/JOE GIDDENS


Continua a leggere su Open

Leggi anche: