Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Marcell Jacobs atterra a Fiumicino: l’oro nei 100 metri a Tokyo 2020 accolto da star in aeroporto – Il video

Al suo rientro in Italia l’azzurro, reduce dalla doppia medaglia d’oro alle Olimpiadi in Giappone, è stato celebrato dai tifosi che lo aspettavano al gate

«Mi aspettavo qualcosa, ma non così». Marcell Jacobs è tornato in Italia, sorpreso ed emozionato quando già nel pomeriggio era salita la febbre del suo rientro, con la “sfida” lanciata dal comandante del volo Alitalia con cui ha lasciato il Giappone. Atterrato all’aeroporto di Roma Fiumicino in serata, il due volte campione olimpico ai Giochi di Tokyo 2020 è stato accolto come un eroe nazionale. Ad attenderlo per più di un’ora rispetto all’orario di arrivo previsto per le 20 italiane, una folla di persone fuori al gate 3 dello scalo capitolino, radunate per ricambiare la gioia che le prestazioni del velocista hanno tramesso.


L’arrivo a Fiumicino

Preceduto dal presidente del Coni Giovanni Malagò, lo sprinter è stato accolto dalla folla tra grida di entusiasmo e decine di giornalisti assiepati per catturare le sue prime dichiarazioni. «Che emozione, è incredibile arrivare qui e trovare la mia famiglie e i miei amici», ha detto alla stampa l’oro olimpico con le medaglie dei 100 metri e dei 4×100 al collo e il figlio in braccio. «Nei prossimi giorni realizzerò meglio, intanto ringrazio tutti i tifosi che mi hanno sostenuto perché senza di loro non ce l’avrei fatta», ha proseguito il corridore dopo essere stato abbracciato dai colleghi del gruppo sportivo di appartenenza, le Fiamme Oro.


Jacobs ha quindi raccontato la reazione alla benedizione di Usain Bolt e gli articoli di alcune testate estere sul doping. «Il messaggio di Bolt e i suoi complimenti sono qualcosa di bellissimo perché vedere il mio nome affiancato a certi campioni che ho sempre ammirato è incredibile. Le critiche?», prosegue, «sono frutto di giornalisti che non capiscono di questo sport perché tutti gli americani che erano in pista mi hanno fatto i complimenti. Adesso testa bassa per le prossime gara, devo cercare di fare sempre di meglio». Intanto il prossimo traguardo di Jacobs sarà porterà la bandiera italiana al presidente della Repubblica Sergio Mattarella il prossimo 23 settembre.

Video: Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev – Twitter/@RicCaponetti –

Leggi anche: