Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Bassetti: «L’epidemia riesploderà, quando il mio reparto chiuderà me la prenderò con i politici contro l’obbligo»

L’infettivologo: «Il Green Pass non basta e ci sono troppe esenzioni ingiustificate. Se la politica non ascolta medicina e scienza avrà la responsabilità della ripresa dei contagi»

Il Green Pass non basta, serve l’obbligo vaccinale. Per fermare l’epidemia di Coronavirus che altrimenti riesploderà in autunno. Parola di Matteo Bassetti, primario della Clinica di Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova, che in un’intervista rilasciata a Repubblica Genova oggi dice anche che l’immunità di gregge non si raggiungerà mai: «Con la variante Delta è impossibile, con una carica virale così alta, 300 volte di più, secondo l’ultimo studio coreano. Rispetto al primo Covid si è diffusa quasi un’altra malattia, anche dal punto di vista dell’evoluzione clinica, molto più rapida. Abbiamo ricoverato in reparto un ragazzo, non vaccinato, di 32 anni, in 72 ore ha avuto bisogno del casco e ora stiamo valutando se intubarlo». Bassetti attacca anche Matteo Salvini e Giorgia Meloni: «Al primo reparto che dovremo chiudere per la ripresa dei contagi, andrò, insieme a tutti i miei colleghi infettivologi, a chiedere conto ai due leader politici che si sono posti contro il vaccino, pensando non al bene della popolazione, ma solo a un appetitoso bacino elettorale, che peraltro si trova nelle fasce d’età a rischio di contrarre una malattia grave».


Per quanto riguarda l’epidemia, secondo il professore «abbiamo raggiunto il picco a Ferragosto, ora cominciano a scendere, ma vedremo ancora crescere per un po’ i ricoveri. La preoccupazione è piuttosto concentrata sull’autunno, a metà ottobre. Quando si avranno gli effetti della ripresa della scuola, dell’utilizzo dei trasporti pubblici, del pieno ritorno del mondo produttivo. E l’epidemia ripartirà. Per questo ribadisco il mio appello al governo». Quale? «Il Green Pass, anche con le restrizioni imposte dal primo settembre, non basterà. Serve l’obbligo vaccinale. Il Green Pass dovrà essere rilasciato solo a chi ha ricevuto due dosi, oppure a chi ha avuto il Covid e ha ricevuto una dose. E poi chiediamo un documento definitivo al Cts in cui si definiscano i pochissimi casi che non possono essere vaccinati: ci sono troppe esenzioni ingiustificate. Sui vaccini tutto il mondo scientifico e medico si è riunito. E se la politica non ascolta medicina e scienza nella pandemia, avrà responsabilità della ripresa dell’epidemia».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: