Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Sparatoria in centro a Trieste nei pressi di un bar: ci sono feriti

Probabile conseguenza di una lite scoppiata in mattinata. Sul posto la polizia

Una sparatoria si è verificata questa mattina intorno alle 8 in via Giosuè Carducci 12, nel centro di Trieste. Alcune persone sono rimaste ferite ma il numero non è stato ancora precisato da parte delle forze dell’ordine. Due persone sono state fermate, è in corso la loro identificazione. Secondo quanto si è appreso i colpi di arma da fuoco, in tutto dieci, sarebbero stati sparati nei pressi del Royal Bar, probabilmente come conseguenza di una lite. L’area è stata chiusa da parte delle forze dell’ordine. Sul posto stanno operando polizia, carabinieri, guardia di finanza e, ovviamente soccorritori del 118 con ambulanze. Dalle prime informazioni si sarebbe trattato di una maxi rissa con spranghe, violenze e anche alcuni colpi di pistola. Potrebbe trattarsi di un gruppo di operai di origine straniera i cui dissidi sarebbero legati a questioni di lavoro.


La sparatoria è avvenuta all’angolo con via San Francesco. A seguito di un diverbio alcune persone (le testimonianze riferiscono di una quindicina di persone coinvolte) sono passate alle vie di fatto, prima picchiandosi, poi anche esplodendo alcuni colpi di pistola. Le nazionalità sarebbero kosovare e albanesi. Ci sarebbero almeno 7-8 feriti, ma il numero potrebbe essere destinato a salire ulteriormente. Una persona sarebbe in pericolo di vita. Le indagini sono coordinate dalla pm di turno, Chiara De Grassi. Due persone sono state fermate alla barriera Lisert all’imbocco dell’autostrada ed erano ancora armati e durante la cattura ci sarebbe stata anche una sparatoria.


Secondo un testimone, commerciante della zona, chi ha sparato è arrivato con un furgone. All’inizio «c’era un parapiglia di sedie e sgabelli, lanciati in aria – riferisce all’agenzia di stampa Ansa – una lite tra bande. Poi a un certo punto è arrivato un furgone e sono scese più persone, come se avessero chiamato rinforzi. Ho sentito dai 5 ai 7 colpi di pistola. C’era una persona a terra, hanno infierito su di lei con un altro colpo». Il tutto è durato circa dieci minuti, dice. «Lo spavento è stato forte, per tutti. Una commerciante, molto provata, ha già chiuso il suo bar per oggi».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: