Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Silvana De Mari sospesa dall’Ordine dei Medici di Torino perché non ha voluto vaccinarsi

95 dottori iscritti agli albi non hanno adempiuto all’obbligo. Giustetto: «Ora le azioni disciplinari»

Su Twitter giusto ieri pubblicizzava il suo articolo su La Verità in cui parlava dei medici che insegnano a “curare” Covid-19. Oggi Silvana De Mari, scrittrice e psicoterapeuta, nota per le sue teorie prive di ogni fondamento scientifico, è nell’elenco dei 95 medici non vaccinati sospesi dall’Ordine dei medici di Torino. L’edizione torinese di Repubblica fa sapere che dopo le comunicazioni arrivate nella sede di corso Francia dalle Asl di residenza, l’ordine presieduto da Guido Giustetto ha provveduto a ratificare la sospensione per l’inosservanza dell’obbligo vaccinale prevista dalla legge per il personale sanitario: 71 sono iscritti all’albo dei medici, 12 a quello degli odontoiatri e altri 12 a entrambi.


I 95 medici No vax sospesi a Torino

«Non possono svolgere prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali o comportano, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del contagio Sars-Cov-2», ha spiegato Giustetto. «La sospensione prevista dalla legge ha finalità cautelare e non disciplinare, e ha l’unico scopo di prevenire la diffusione del contagio e di proteggere i pazienti». Ma l’Ordine non ha intenzione di fermarsi qui: «Abbiamo convocato una apposita seduta di consiglio direttivo per valutare se e quali implicanze deontologiche comporti la violazione dell’obbligo da parte degli iscritti». Traduzione: sono in arrivo anche provvedimenti disciplinari. Perché bisogna distinguere tra un medico che non esercita più e non si è vaccinato, e un medico di medicina generale che dissuade i pazienti dal vaccinarsi o partecipa a manifestazioni No Vax rilasciando dichiarazioni ambigue.


«Dal punto di vista disciplinare — spiega Giustetto — si potrebbe configurare la violazione di almeno sei diversi articoli del codice di deontologia medica. Per questo stiamo considerando di attivare per ciascuno gli approfondimenti necessari. Prenderemo una decisione la prossima settimana». Le sanzioni disciplinari vanno dall’avvertimento alla censura, alla sospensione e fino alla radiazione. Nata nel 1953 in provincia di Caserta, Silvana De Mari è specializzata in chirurgia generale e in psicologia cognitiva, ha praticato la professione di chirurgo in Italia e in Africa e attualmente si occupa di psicoterapia. Nel 2018 è stata condannata a 1500 euro di multa per le frasi contro l’associazionismo LGBTQ+. Successivamente aveva anche affermato che i gay si potevano “curare”.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: