Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il passo falso di Aoc? La stilista dell’abito “Tax the Rich” avrebbe migliaia di debiti con il fisco

L’azienda guidata da Aurora James sarebbe in debito anche nei confronti dei suoi lavoratori per assicurazioni e indennizzi non pagati. L’accusa arriva dal “New York Post”, uno dei giornali di proprietà di Rupert Murdoch

La beauty routine e il femminismo. Le partite in live ad Among Us su Twitch. E poi la lotta ai privilegi durante il Met Gala. La deputata del Partito Democratico Alexandria Ocasio-Cortez, Aoc per i social, ha dimostrato dalla sua prima elezione al Congresso degli Stati Uniti di essere molto brava a trovare nuovi spazi di comunicazione per i suoi messaggi politici. Il suo ultimo passo però potrebbe rivelarsi un inciampo. Aoc si è presentata al Met Gala, uno degli eventi più glamour di New York, con un lungo abito bianco. Dietro, una scritta in rosso: «Tax the rich». Uno slogan già diventato un brand, visto che sul sito di Aoc sono in vendita per 27 dollari delle magliette con la stessa scritta. Trovate anche il merchandise per il Green New Deal e le borse della collezione Social, Economic e Racial Justice.


La stilista che ha creato l’abito della deputata è Aurora James. Ora il New York Post rivela che James avrebbe debiti per migliaia di dollari nei confronti di diversi uffici fiscali. Il giornale di proprietà di Rupert Murdoch cita un debito di 15.000 dollari verso il Department of Taxation and Finance dello Stato di New York e un altro da 103.320 dollari nei confronti dell’Internal Revenue Service. L’azienda guidata da Aurora James sarebbe in debito anche di 62.722 dollari nei confronti dei suoi lavoratori per assicurazioni e indennizzi non pagati. Il New York Post ha raccolto anche la testimonianza di un ex dipendente, poi licenziato: «Aurora mi chiedeva di fare cose che non erano nella descrizione del lavoro di nessuno, come programmare i suoi appuntamenti ginecologici. L’ambiente di lavoro era così ostile che avevo paura di chiedere il mio assegno».


Leggi anche: