Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«I vaccini uccidono»: No vax vandalizzano i muri dei cimiteri di Cuneo. La polizia indaga sui responsabili

Gli atti di vandalismo fuori dai campi santi di San Rocco Castagnaretta, Madonna dell’Olomo, Spinetta e Busca, dove la pandemia ha ucciso centinaia di persone

«I vaccini uccidono», «No vax» e il simbolo di una W cerchiata. Sono le scritte di vernice rossa comparsa sui muri dei cimiteri di Cuneo e nella zona di Busca, territorio piemontese dove l’epidemia da Coronavirus ha colpito duramente, uccidendo centinaia di persone. «Un oltraggio all’umanità», scrive un utente su Twitter, che ha postato alcune fotografie degli esterni del cimitero cuneese centrale e di San Rocco Castagnaretta, Madonna dell’Olmo, Spinetta. L’atto vandalico è stato condannato da tutte le forze politiche del territorio, a poche settimane dalla tornata elettorale. «C’è tanta stupidità in giro, non si tratta di una ragazzata ma è un gesto deliberato», è la condanna dalle istituzioni. La polizia intanto ha avviato le indagini e sta passando al vaglio tutte le immagini ottenute dalle telecamere di sorveglianza all’esterno dei campi santi colpiti. Già nelle scorse settimane, la polizia aveva ricevuto la segnalazione di un colpo vandalico contro i vaccini, sempre con scritte di vernice rossa, sul centro vaccinale di Cuneo, accanto la stazione ferroviaria cittadina.


Leggi anche: