Altri guai neri per Giorgia Meloni, a Torino il consigliere Fdi ringrazia «i tanti camerati che hanno lavorato per la rielezione»

Il post di Massimo Robella è stato condiviso da Marco Grimaldi, capogruppo di Liberi uguali e verdi al Consiglio regionale del Piemonte

Senza imbarazzo, con tanto di caps lock, Massimo Robella, il consigliere neo-eletto in circoscrizione 6 a Torino, ha voluto ringraziare su Facebook i «tanti camerati che hanno lavorato per farmi rientrare in circoscrizione». Altro rimando al fascismo in una fase in cui il partito Fratelli d’Italia è travolto dalle polemiche per l’inchiesta sulla lobby nera milanese. A denunciare il post, Marco Grimaldi, capogruppo di Liberi uguali e verdi nel consiglio regionale del Piemonte. «“A noi! Sono fascista! Hitler!», ha scritto su Facebook Grimaldi. «Sono del Nord, mica meridionale! Se devi spostare soldi all’estero ti aiutiamo! Muovo sempre mazzette in nero! Lascia il telefono che sono intercettato!”. Giorgia Meloni è scandalizzatissima per il reportage di Fanpage. Pensate che la candidata al Consiglio comunale di Fratelli d’Italia che ha preso più preferenze, a Roma, è Rachele Mussolini, nipote di Benito e i neo-eletti consiglieri di circoscrizione a Torino si auto definiscono camerati. Cara Meloni, risparmiati 100 ore di girato: il fascista basta non candidarlo. O basta non esserlo».


Leggi anche: